venerdì 28 dicembre 2018

La montagna ridisegnata: l'infrastrutturazione montana della viabilità militare. (incontro pullico 17 gennaio 2019)

Un incontro per presentare il lavoro di ricerca svolto sul tema dell'infrastrutturazione montana della Prima Guerra Mondiale nella dall'alto Garda all'Adamello con la presentazione del libro "Montagne di guerra, strade in pace".

Strade, trincee, forti e postazioni di tiro, realizzati in modo capillare dagli eserciti che in quei luoghi si affrontarono, sono gli elementi di quella "infrastrutturazione montana" che ha modificato per sempre i rapporti tra la popolazione e la propria montagna.
Quest'opera capillare di occupazione territoriale richiese principalmente la realizzazione di una maglia viaria, non solo diffusa, ma anche gerarchizzata in funzione della posizione in relazione al fronte di battaglia principale o delle linee di difesa secondarie.
Gli eserciti del Regno d'Italia e dell'Impero Austro-Ungarico vennero chiamati a progettare strade, trincee, depositi e altre opere che potessero garantire, in sicurezza, l'accesso a zone fino ad allora ritenute impervie, così da garantirne la piena efficienza bellica.
La massiccia opera edificatoria finì per modificare in modo sostanziale la fruizione e la percezione della montagna che fino alla guerra era riservata ai pochi abitanti locali che vi si muovevamo con molte difficoltà mentre in seguito divenne un luogo facilmente accessibile da un pubblico indifferenziato, inaugurando di fatto il moderno sfruttamento turistico. La permanenza strutturale di quelle opere, poi riutilizzate ed adattate per divenire la moderna ossatura viabilistica e percettiva dei territori analizzati, è il più importante contributo alla definizione del rapporto tra uomo e paesaggio.

L'evento fa parte di un ciclo di incontri promosso dall'Associazione Artisti Bresciani dal titolo:
" La Vittoria dopo la vittoria. Tracce artistiche (e non) della Grande Guerra nel Bresciano.
L'incontro è previsto per giovedì 17 gennaio 2019 con inizio alle ore 18:00 presso la sede dell'Associazione Artidti Bresciani in vicolo delle Stelle 4 a Brescia


Di seguito il canale Youtube da dove è possibile assistere allo streaming dell'evento:


giovedì 27 dicembre 2018

#ValoreRecuperoCave

Valorizzazione e rifunzionalizzazione  dell’ex cava Lorenzoni
a Lonato d.G. (BS)

Mostra di presentazione dei lavori del corso di Architetture e Composizione Architettonica 1 + Laboratorio della Prof.ssa Olivia Longo presso l’Università degli Studi di Brescia

Dal 14 al 20 gennaio 2019 presso l'Oratorio "Paolo VI" in via Antiche mura n° 2 a Lonato del Garda (BS)


mercoledì 26 dicembre 2018

"Il berretto a sonagli" di L. Pirandello

La compagnia "Quelli del teatrino" portano in scena Beatrice, il Ciampa, Fifì e il delegato Spanò, commedia dell'arte che mette lo spettatore di fronte alla complessità delle relazioni sociali perché siamo tutti "Pupi" in una società che ci costringe ad indossare il "Berretto a Sonagli" dell'alienazione delle emozioni.
In una società che non è più in grado di accogliere la diversità già 100 anni fa Pirandello ci metteva in guardia sulle conseguenze dell'indossare una maschera fatta di appiattimento sociale e morale verso le sfaccettature dell'essere umano.
Vi aspettiamo sabato 12 gennaio 2019 presso il teatro "San Luigi" in via Disciplini n° 22 a Castel Goffredo (MN) con inizio alle ore 20:45.

Di seuito il volantino dell'evento:



Di seguito potete seguire l'evento instreaming:
 

lunedì 17 dicembre 2018

RESTAURO...IN GALLERIA

RESTAURO...IN GALLERIA
Laboratori teorici – pratici sulla valorizzazione dei Beni Culturali e Storici

8 – 15 – 22 - 28 marzo 2019
presso Galleria Zacchi, piazza Giuseppe Malvezzi 45, 
25015 Desenzano del Garda BS dalle ore 20:30 alle 22:30

La conservazione degli oggetti d’arte è un tema che sta diventando sempre più importante e che coinvolge in modo sempre più complesso un eterogeneità di soggetti.
Se prima il tema era demandato solamente ad esperti di settore, oggi, anche il pubblico meno specializzato pretende opere che non siano frutto di manipolazioni eccessive, ma su cui sia possibile leggere i segni lasciati del tempo.
Questa nuova richiesta del mercato richiede una maggiore preparazione anche a quei soggetti che prima erano più attenti ad altri aspetti del “fare” arte.
Galleristi, intermediari, antiquari, ma anche semplici appassionati devono sapersi confrontare con i grandi temi della conservazione delle opere d’arte per riconoscere e farsi promotori della nuova qualità pretesa dal mercato degli oggetti d’arte.
DISVELARTE: Restauro & Conservazione e la Galleria Zacchi organizzano un ciclo di laboratori teorici – pratici per conoscere il mondo della conservazione di qualità.
Gli incontri sopra previsti intendono relazionare ad un pubblico eterogeneo le modalità di primo intervento (valutazione dello stato conservativo dell'opera) e delle modalità di approccio ad una corretta definizione degli interventi di restauro finalizzata alla mera conservazione o alla re-immissione sul mercato antiquario delle varie tipologie di opere d'arte.

- Venerdì 8 marzo 2019: “Manutenzione e teoria della conservazione di dipinti su tela antichi e/o moderni”

- Venerdì 15 marzo 2019: “Le policromie lignee: teorie e tecniche di manutenzione conservativa”

- Venerdì 22 marzo 2019: “Il restauro dei bronzi  statuari: casi a confronto e tecniche d’intervento”

- Venerdì 29 marzo 2019: “Il restauro del contemporaneo: complessità teorica e prassi operativa”


Relatori: Arch. Davide Sigurtà – Daniele Calvi restauratore (Open Art : Studio d’arte e Restauro)
Modalità: laboratorio teorico – pratico in più incontri dalle 20:30 alle 22:30. 1° parte teorica: lezione frontale sulle teorie della conservazione, legislazione ed     aspetti tecnici-teorici. 2° parte pratica: laboratorio di dimostrazione di piccoli interventi, rassegna di materiali e di tecniche.

Costo: 30 Euro a lezione (sconto 10% in caso di sottoscrizione di tutti gli eventi)



A questo link il modulo da compilare per l'iscrizione online.

lunedì 3 dicembre 2018

#FieraCulturaTerritorio



#FieraCulturaTerritorio vuole creare un evento integrato nella Fiera di Lonato 2019 per la consapevolezza che questa rappresenti un momento molto importante per la vita civile del paese. In tale contesto oltre all'aspetto ludico - ricreativo si intende portare il contributo di quelle realtà associative che si occupano di Cultura e valorizzazione territoriale per apportare un contributo diverso e nuovo così da poter offrire un momento di approfondimento ad un pubblico eterogeneo.
La Fiera di Lonato è in grado di coinvolgere un vasto pubblico che può così scoprire le bellezze architettoniche e paesaggistiche del paese, mentre speriamo che #FieraCulturaTerritorio possa essere un'occasione per spiegarne il valore sia a loro che alla popolazione lonatese.
La proposta riguarda una serie di iniziative collegate tra di loro dal comune intento di valorizzare e trasmettere la conoscenza del territorio di Lonato.
Questo intento viene perseguito creando un ciclo di conferenze su tematiche specifiche inerenti la conoscenza delle peculiarità culturali, architettoniche e paesaggistiche del paese, coinvolgendo persone esperte sia locali che esterne.
Questa iniziativa è correlata da una serie di mostre, allestite sempre all'interno della Fiera, su tematiche sempre inerenti il paese.
Per dare poi valore alle proposte che matureranno in corso di realizzazione dell'evento si intende stimolare la partecipazione del paese presentando delle offerte economiche riguardanti il recupero di Beni Monumentali e Culturali così da offrire proposte concrete alla loro valorizzazione.
Sempre con l'intento di stimolare il coinvolgimento della popolazione nella conoscenza e nella partecipazione alla valorizzazione del proprio paese verrà organizzato un momento di "progettazione partecipata" di alcune piazze lonatesi in cui chiunque e con la strumentazione che riterrà più opportuna potrà proporre idee progettuali.

Per poter seguire lo sviluppo degli eventi potete seguire i seguenti riferimenti:

- Il blog #FieraCulturaTerritorio
- La pagina Facebook
- Il calendario sempre aggiornato degli eventi
- La mappa in cui vedere le piazze della "Progettazione Partecipata"

lunedì 15 ottobre 2018

La prima guerra dell'ultimo secolo: Brescia tra storia e storiografia

CONVEGNO ORGANIZZATO DAL DIPARTIMENTO DI SCIENZE STORICHE E FILOSOFICHE DELL'UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI BRESCIA

Mattinata di studi in cui verranno presentare alcune tra le diverse pubblicazioni con argomento bresciano sulla Prima Guerra mondiale edite dal 2014 in poi.
Personalmente presenterò il libro "Montagne di guerra strade in pace. La Prima Guerra Mondiale dal Garda all'Adamello: tecnologie e infrastrutturazioni belliche".
Coordinamento scientifico: Rolando Anni, Giovanni Gregorini, Maria Paola Pasini, Riccardo Semeraro
Moderatore: M;assimo Tedeschi
Discussant: Paolo Corsini

Di seguito la locandina con il programma completo dell'evento:







lunedì 1 ottobre 2018

Nuove scoperte alla Chiesa della Madonna del Corlo e alla Chiesa di San Cipriano a Lonato del Garda (BS) - 19 ottobre 2018

Nel diffuso e complesso patrimonio monumentale della città di Lonato del Garda le Chiese della Madonna del Corlo e di San Cipriano, pur nella loro estrema diversità storica e tipologica, rappresentano due elementi ugualmente meritevoli di attenzioni e che spiccano per i loro trascorsi storici e culturali.
Pur essendo estremamente eterogenee per evoluzione storica, modalità d’uso e sviluppo storiografico-tipologico-architettoniche entrambi i monumenti sono oggetto in questi ultimi anni di un rinnovato interesse da parte dei rispetti proprietari e delle comunità che in esse vi si identificano; un rinnovato spirito di conoscenza ha riportato i due edifici ecclesiastici al centro dell’attenzione dei lonatesi e non solo.
Questo rinnovato interesse le ha accomunate in due interventi di restauro recenti che ne hanno permesso una maggiore conoscenza sia dal punto di vista dell’apparato iconografico, che ne ha definito meglio i contorni dell’evoluzione storica anche attraverso la scoperta di nuove pitture murali; ciò ha permesso anche una diversa comprensione della struttura architettonica in relazione all’evoluzione storica dei due manufatti.
Pur avendo “svelato” elementi degni di attenzione il percorso di conoscenza è solo all’inizio, vista la complessità delle vicende storiche e tipologiche-formali-materiche.
Nell’incontro proposto si intende iniziare a ragionare su questi aspetti delle due Chiese portando a conoscenza dell’opinione pubblica i lavori svolti e le recenti scoperte, nella consapevolezza che la partecipazione della popolazione in ogni fase del processo evolutivo di un monumento rappresenti un'opportunità per meglio comprendere l’opera d’arte nel suo insieme.
La dott.sa Cinzia Pasini racconterà l’apparato pittorico delle due Chiese oltre alle nuove scoperte ipotizzando un percorso di ricerca che possa far luce su quanto evidenziato, dal momento che le ipotesi sul significato di quanto scoperto richiede un ulteriore momento di ricerca storico documentale attualmente all’inizio.
L’arch. Davide Sigurtà esporrà sinteticamente l’evoluzione architettonica delle due chiese in relazione anche all’esposizione dei restauri recentemente svolti proponendo una serie di ipotesi su alcune “emergenze” emerse, ma sopratutto evidenziando le modalità di ricerca futura che si dovrà svolgere sui due manufatti per meglio comprendere quanto evidenziato.
Venerdì 19 ottobre 2018 presso la "Sala Celesti" del Comune di Lonato del Garda in p.zza Martiri della Libertà n° 12 con inzio alle ore 20:30

Organizzato dalla: Fondazione Madonna del Corlo
Con il patrocinio di: Città di Lonato del Garda - Proloco di Lonato del Garda